Movimento… Funzionale e Naturale

Far riscoprire a tutti il piacere del movimento, un movimento che metta il corpo al centro, che permetta di riscoprire il piacere e la gioia del nostro corpo che si muove liberamente, in modo funzionale e naturale. Ecco cosa ci proponiamo di fare all’Officina del Movimento: far riscoprire a tutti il piacere di muoversi, soprattutto a chi si definisce pigro, annoiato dalle solite palestre, troppo indaffarato per pensare di “muoversi” con costanza.
Ma cosa vuol dire muoversi in modo funzionale e naturale?
In questi ultimi anni si sente molto parlare di allenamento funzionale. Per noi dell’Officina del Movimento un movimento è funzionale quando è realizzato grazie alla contrazione sinergica di più gruppi muscolari. Il nostro corpo è nato per compiere movimenti – semplici e non – grazie al suo insieme e non settorializzando ogni sua zona. Un movimento funzionale è quindi un movimento multiarticolare (che coinvolge più articolazioni) che si svolge su diversi piani e assi. L’allenamento funzionale è quindi un allenamento a 360° dove non viene allenata solo una caratteristica: “essere funzionali” vuol dire essere forti, veloci, reattivi, potenti, resistenti, elastici, agili, coordinati. Scopo dell’allenamento funzionale è sviluppare un corpo  armonico attraverso esperienze motorie varie e progressivamente più difficili, che richiamano le funzioni base per cui il corpo è nato; per questo non utilizziamo le classiche macchine e attrezzature da palestra ma creiamo percorsi, circuiti e situazioni sempre diverse che permettano di riprodurre il più possibile quello che il corpo umano fa per natura, lavorando prevalentemente a corpo libero o anche utilizzando attrezzature non convenzionali come tronchi, sassi, taniche riempite d’acqua, corde, scale, ecc.
Il nostro concetto di funzionale è strettamente collegato quindi con quello di naturale: muovere il proprio corpo in modo naturale significa rotolare, strisciare, camminare, correre, saltare, arrampicare, spingere, tirare, sollevare, lanciare, afferrare, riscoprire insomma gli schemi motori di base (che da bambini ci permettono di conoscerci, conoscere gli altri e scoprire il mondo). Gran parte di questi movimenti una volta diventati adulti non li facciamo più, in quanto al giorno d’oggi non ci sono più necessari per la sopravvivenza (per procurarci il cibo non abbiamo più bisogno di salire sugli alberi, correre o lanciare sassi come facevano i nostro lontani antenati), ma nonostante ciò qualcosa di ancestrale è rimasto in noi. Il nostro fisico, a grandi linee, è lo stesso dell’uomo primitivo ed ha pertanto le stesse esigenze motorie di allora, anche se noi uomini moderni ce ne stiamo dimenticando. Tornare a muoversi in modo naturale ci permette di lasciarci andare, di dar libero sfogo alla nostra creatività, di riallineare corpo, mente e spirito e di liberare la nostra parte più autentica.

Muoversi in “stile Officina del Movimento” vuol dire ritrovare il piacere di muoverci come facevamo un tempo, quando eravamo bambini e vuol dire riscoprire la libertà di movimento che avevamo quando eravamo “selvaggi”, non addomesticati.

Se sei curioso di saperne di più e magari ti è venuta voglia di provare il nostro movimento funzionale e naturale, chiamaci allo 049.9819547 per prenotare la tua lezione di prova gratuita.
Sei stato selvaggio un tempo, non lasciarti addomesticare.
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>