Le castagne, un frutto scelto con attenzione (e come abbinarlo)

Il 22 e 23 ottobre festeggiamo il compleanno con le castagne. Scelta inusuale? Eh no 🙂  Seguiteci nella lettura di questo articolo: vi spiegheremo perché abbiamo scelto questo frutto, cosa c’è dentro e vi sveleremo l’equivalente per smaltire un paio di ricettine a base di castagne che vi daremo. Pronti?

Via!

Care/i movers, sapete quanto noi di Officina del movimento siamo ossessionati dalla qualità: vogliamo darvi ogni giorno il nostro meglio, affinché possiate vivere la migliore esperienza di benessere attraverso l’attività fisica. Volevamo pertanto proporvi qualcosa di speciale per festeggiare insieme a noi questi tre anni dall’apertura. Il classico dolce – ve lo confidiamo .- non l’abbiamo nemmeno preso in considerazione…volevamo qualcosa che poteste ricordare e che avesse anche un significato. Per questo motivo abbiamo scelto una bella castagnata: suggestiva, romantica e, sì, diversa. Volete sapere cosa c’è dentro a ogni frutto? Uno scrigno prezioso di nutrienti che, oltre a essere buoni perché fanno bene, sono pure buoni perché sono gustosi (wooow…! 😀 ).

Le castagne, un tesoro formato mini

Le castagne sono un frutto gluten-free, pertanto possono essere mangiate anche da chi è vegetariano e da chi è celiaco. Sono molto ricche di amido, pertanto chi soffre di problemi legati all’assunzione di questo ingrediente deve prestare attenzione, ma contengono tantissimi nutrienti: oltre ai classici acqua, proteine, carboidrati e (pochi) grassi, troviamo le fibre e potassio, fosforo, magnesio, calcio, ferro, vitamina A vitamina C in quantità, oltre a una lunga lista di altri minerali, vitamine, antiossidanti e aminoacidi che non vi elenchiamo per non annoiarvi.

Sono molto digeribili e il fatto che contengano molte fibre, le rende ottimali sia per dare rapidamente un senso di sazietà, sia per il benessere dell’intestino (l’importante è cuocerle bene).

Le castagne sono un alimento molto versatile e possono essere consumate in diversi modi: arrostite, bollite, cotte al forno, secche, cotte al microonde. L’unica accortezza è inciderne la buccia prima di cuocerle, per evitare che “esplodano”.

Qui di seguito, vi diamo due ricettine e il movimento abbinato.

farro

Risotto di riso (full taste) oppure risotto di farro (più leggero) con castagne e pere

Ingredienti (per 2 persone):

150 g di farro/120 g di riso carnaroli (oppure riso integrale, per una via di mezzo)
10 castagne (eventualmente 2-3 in più a testa da sgranocchiare come aperitivo finché le pentole vanno)
1 foglia di alloro
1 cipolla e gli occhialini da piscina per non piangere finché la tagliate fina-fina-fina
1 pera Decana
olio evo/burro
vino bianco per l’aperitivo e un goccio per la ricetta
brodo vegetale
formaggio gratuggiato
cannella, pepe, rosmarino a piacere

Per entrambe le preparazioni:
Incidi le castagne, immergile in una pentola con acqua fredda e falle bollire insieme a una foglia di alloro per circa 30 minuti. Lasciale raffreddare, poi sbucciale e tagliale a pezzetti.

Prepara un soffritto di cipolla (cipolla e poca acqua per la ricetta light), tosta il riso/farro, sfumalo con il vino bianco e cuoci aggiungendo il brodo caldo un po’ alla volta.

In un tegamino fai scottare la pera tagliata a tocchetti (in olio evo non bollente per la ricetta light, nel burro fuso per la ricetta strong).

A metà cottura del farro/riso, aggiungi le castagne. Manteca con l’olio evo (per la ricetta light) o con il burro (per la ricetta strong). Per ultime, unisci le pere e termina la mantecatura. Aggiusta di sale e, a piacimento, aggiungi pepe, un pizzico di cannella e alcune foglie di rosmarino fresco sminuzzato. Spolvera con del formaggio gratuggiato.

Consiglio:
– macina il pepe al momento, dopo aver servito il piatto in tavola.

Il consiglio per l’abbinamento (ironico 😉 ):
– per la ricetta light: finché aspetti che il farro si cuocia, prenota una lezione a scelta tra burn base, 9.11 base o due lezioni di pilates, cocoon o posturale;
– per la ricetta full taste: finché aspetti che il riso si cuocia, prenota una lezione a scelta tra burn, calisthenic, spartan, 9.11, power;
– per il tuo ospite: finché prenoti la tua lezione, parlagli dell’Officina e offrigli un ingresso omaggio (informazioni in reception).

 

Ti aspettiamo per sapere se questa ricetta ti è piaciuta!!
© Officina del Movimento

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>