Con Officina…del benessere alla scoperta dell’Aufguss

Oggi vi portiamo in sauna.

Abbiamo sentito un coro di “Magariii!!!” 😉 : ci vediamo venerdì prossimo per il primo appuntamento della stagione con Aquarelax (ore 19-22 all’hotel Lo Zodiaco), ci sono ancora pochi posti disponibili. In attesa di venerdì, oggi vi portiamo alla scoperta della sauna, quella del termalismo che apporta veramente degli ottimi benefici, quella che “Mi piacerebbe sapere come si fa, ma fatta bene”, cioè quella che faremo venerdì.

Sentiamo spesso parlare di Aufguss; alcuni l’hanno già sperimentato, ma per chi non sapesse cos’è, il mistero è presto svelato.

La parola Aufguss significa “ventilazione, gettata di vapore” ed è un rituale che viene eseguito sovente nei paesi del Nord Europa o in quelli di lingua tedesca. Il vapore si genera infatti dall’acqua (o dal ghiaccio) gettato sulle pietre roventi che scaldano la sauna. Per rendere più piacevole e benefico questo momento, si usa mischiare a quest’acqua anche dell’olio essenziale. A “dirigere” tutte queste operazioni e a spostare il vapore che si genera dalla reazione pietre calde+acqua fredda, è una persona che, munita di asciugamani, compie dei movimenti ben precisi di ventilazione.

L’Aufguss viene eseguito a intervalli regolari, e questo apporta una serie di effetti benefici all’organismo. Ci sono alcune norme che vengono comunemente osservate, eccole. Gli ospiti che partecipano (qui in Italia in costume), devono arrivare con un grande asciugamani, da posizionare sotto di sé, in modo da non toccare con la pelle il legno della sauna (schiena, seduta e piedi dovrebbero essere a contatto con l’asciugamani. In genere le saune non sono miniappartamenti, pertanto lo spazio è ristretto: per questo motivo si usa fare l’Aufguss da seduti, tenendo bene a mente che i posti più in alto sono i più caldi e quelli più in basso sono i meno caldi.

Ogni appuntamento dura dai 7 ai 12 minuti, poi si esce e si rientra l’ora successiva. Quando si esce dalla sauna, si fa una doccia che da calda diventa tiepida, in modo da abbassare lentamente la temperatura corporea; poi la sequenza prevede un’immersione nella tinozza gelata e infine la sciacquata col secchio (non sulla testa), evitando però qualsiasi shock termico.

Qui sotto la nostra locandina con tutte le date di Aquarelax di quest’anno:

Officina del Movimento e Aquarelax 2018

Officina del Movimento e Aquarelax 2018

 

 © Officina del Movimento

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>