Genitori-figli: si può aumentare la qualità del tempo insieme?

Dialogo tra mente e corpo: Officina propone un’iniziativa innovativa

La qualità del tempo da dedicare ai figli è importante – a volte – più della quantità. Una frase che a volte ci mette in difficoltà: come se fosse facile, dare qualità al tempo. Non ci sono scuole che insegnino a essere genitori, che è probabilmente il compito più difficile al mondo da assolvere. In questo Officina del Movimento vuole dare il proprio supporto, in quanto palestra-non-palestra innovativa (la più innovativa d’Italia 2018), e attenta non solo al benessere fisico dei suoi utenti, ma anche a quello mentale. È per questo che, pensando ai genitori e ai bambini, abbiamo organizzato un incontro dedicato al rapporto tra genitori e figli.

Si svolgerà sabato 15 dicembre 2018 nel pomeriggio a partire dalle 14.30, con moduli di un’ora divisi per fascia d’età. A raccontare il progetto è Leonardo, il nostro “coach dei bambini” che progetta la parte motoria che realizzerà insieme a Dalila e Anselmo.

Ci penso al movimento è un momento di condivisione genitori/figli: un’ora in cui i genitori avranno la possibilità di osservare i propri figli e muoversi con loro, ma non solo. Grazie, infatti, alla presenza di una psicologa specializzata in Psicologia infantile, avranno la possibilità di imparare a dialogare attraverso il linguaggio del corpo”.

E qui la questione si fa molto, molto interessante, perché si può arrivare davvero a migliorare la gestione delle emozioni: “I genitori sono le persone più vicine e che conoscono meglio i loro figli, ma paradossalmente a volte faticano ad interpretare i messaggi non verbali che i loro figli stanno trasmettendo.

Ci penso al movimento sarà un’occasione di incontro molto divertente e stimolante per tutti e che può dare grandi soddisfazioni: “Abbiamo tutti bisogno di dare più qualità al tempo trascorso insieme ai bambini, soprattutto se entrambi i genitori lavorano e l’unico momento da trascorrere insieme è la sera o nei fine settimana. Lì andremo a lavorare e grazie ad una figura esperta in ambito infantile, troveremo anche il linguaggio verbale più adatto, perché spesso la parola fa la differenza”.

Un esempio? “A volte dimentichiamo che i bambini sanno essere estremamente concreti – ricorda Leonardo -, pertanto far vedere al bambino come si gioca, o rendere concreta la conversazione, facilita l’apprendimento, l’interazione e la relazione”.

Per informazioni sulle iscrizioni e sui costi, è a disposizione la reception di Officina allo 049-9819547, negli orari di apertura della palestra.

ci tengo al movimento

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>